Raduni - Jamboree Lambretta 2005

Jamboree Lambretta 2005 Austria

  All'importante manifestazione europea, vi ha partecipato il carissimo amico Giuseppe Busti, del Lambretta club Perugia in compagnia di alcuni suoi amici e colleghi di Club, ci rende partecipi della sua fantastica esperienza Lambrettistica in terra austriaca, con delle bellissime foto e un simpaticissimo reportage dall'accento umbro.

Il Lambretta club Perugia ha partecipato all' Eurolambretta 2005 che si è tenuto in Austria-Leutchach il 10-12 giugno 2005.
Le lambrette italiane erano circa 40-45 e di queste ben 11 erano del Lambretta club Perugia!
Oltre la simpatia dimostrataci da tutti i lambrettisti stranieri e la grande ospitalità dei colleghi Austriaci, abbiamo portato a casa il l° premio del concorso di eleganza (categoria C-D-E-F) assegnato alla Lambretta D dell'amico Glauco.(vice presidente della sezione Racing del nostro club). Va detto che la Lambretta dell"'inossidabile" Nazzareno e la splendida 200 del "grande" Pierini , hanno sfiorato il 1° premio per un "pelo".
E' stata una bellissima esperienza che ha ulteriormente cementato la nostra amicizia (e non ce n'era bisogno) e ci ha permesso di contattare tanti lambrettisti di tutto il mondo, confermandoci che l'orientamento dato al nostro club è quello giusto, quello di usare le nostre lambrette per allargare la nostra amicizia anche fuori dall'Italia, come è nello spirito che abbiamo trovato al Jamboree Austriaco.
Una delle cose più belle è stata quella di sentire telefonicamente gli amici che ci hanno chiamato dall'Italia e che erano con noi!
Un bacio a mia moglie Cristina (sulla sua l50Li II) e a mio figlio Matteo(sulla sua l25DL) che sono venuti con me .
Ciao a tutti
Peppe Busti

Cronaca del Raduno:
Peppe Busti e famiglia in avanscoperta dal mercoledì sera. Sopraluogo alla "Route 69" sede dell' Eurolambretta.All'ingresso una impalcatura con appesa a circa 5 mt di altezza una Lambretta D. Primi contatti con Manfred (Austria) e con un gruppo di irriducibili scozzesi e prima 'mbriacatura" di birra (l'ho invitati allo Speedylambtretta del 2006 a Perugia, ma me so pentito subito! Cavoli nostri se vengono!)
Giovedì visita turistica a Graz ma non ce stavo de testa convinto che Marcello e Sandro sbagliassero strada e arrivassero fino a Vienna !
Venerdi mattina primi sintomi di astinenza da mancanza di Lambretta. Arrivavano tutti meno che i nostri.
Finalmente è arrivato il camion con Gioacchino e subito dopo tutta la banda.
Con una organizzazione "teutonica" e un sincronismo perfetto Le 11 lambrette erano schierate a mò di parata di fronte e staccate dal gruppo di tutte le altre Lambrette parcheggiate, tutte con la fascia del Lambretta club Perugia e con una enorme bandiera italiana legata sul portapacchi posteriore della mia 175 che tra l'altro ho portato in giro per le strade austriache "traventando" come un ossesso!
Tavolo di legno acquistato da Sandro con relativa panca, striscione davanti e dopo 5 minuti Marcello aveva imbriacato de cioccolatini tutti gli stranieri!
Finiti i cioccolatini Marcello ha "sfinito" nell' ordine: Battaglini, Bo Martin e Signora, (coordinatore del Lambretta intemational) Kew Walsh (Presidente del Lambretta club Great Britain).
Sandro(Presidente della nostra sezione Racing) visti i test di velocità allestiti su rulli, delle lambrette elaborate, gli ha preso lo sconforto e voleva artornà a casa!.
Per calmarlo abbiamo deciso di fare un giro per la Stiria Austriaca e siamo partiti .Si sono aggregati alla nostra carovana anche Silvio e Andrea (Triveneto) con le loro pluridecorate 175 TV 1° e 200 SX.
Dopo pochi Km abbiamo deciso di lasciare la strada principale e percorrendo le strade dei vini (molto belle!) ci siamo persi subito. Abbiamo girovagato per un 'ora, la Lambretta di Antonello che fumava come quella di Poeta e anche peggio ha inquinato l'atmosfera austriaca (Il giorno dopo le mucche austriache tossivano tutte!)
Dopo una trentina di Km siamo tornati alla sede del Jamboree. La lambretta di Glauco è stata la più fotografata dagli stranieri che pareva vedessero la Madonna!
In serata Sandro ha avuto un crisi di "fame" sedata subito con cena al ristorante dove gli hanno portato l'insalata come antipasto, una bistecca come primo e un piatto di penne all'arrabbiata come dessert ma lui non s'è accorto di niente!
La mattina dopo a colazione Pierini c'haveva due occhiaie come quelle di una mucca e guardava brutto Antonello! Marcello Merli "cazziava" Marcello Tomassoni che la sera prima non aveva passato briscola sul carico da 11..
Comunque alle 12 siamo partiti per il giro ufficiale, sempre con la nostra bandiera al vento!
Antonello ha finito la benzina( 5Litri per fare 40 km!), Glauco pensava di avere una Ducati invece che una l25D e ha logicamente grippato dopo una salita a pieno gas. Marcello,il Presidente, non ha arcomodato il serbatoio e quindi gli è saltata la corda del gas! Comunque nessuno è rimasto a piedi.
C'hanno portato in una specie di agriturismo dove non c'era niente da magnà ! C'era solo da bere e allora sono andato a prendere da bere, dopo un fila chilometrica , ho indicato con il dito una scritta in tedesco dalla lista e mi hanno dato un succo di pesca! Vista la situazione siamo ripartiti in anticipo tutti con l'acquolina in bocca per la cena della sera! Anzi Fiorucci e Marcello hanno detto: "non appesantitevi troppo che sta sera chissà quanta robba ce danno!".
Quindi siamo arrivati alla cena di gala. Risparmio la descrizione del menù. Vi dico solo che dopo un po' Nazzareno e Sandro volevano andare a menà ta tutti gli austriaci, I due Marcelli che la sera prima avevano perso la briscola e il tressette contro Pierini e Silvioni, volevano andare al supermercato a comprà 'n'filone de pane e 'n'etto de mortatella, poi gli avemo detto che era chiuso e allora se sono rimessi a sedere.
Con votazione unanime in riunione d'emergenza s'è deciso de buttà via il regalo che avevamo portato per dare al presidente del Lambretta club Austria!
Antonello e Nazzareno mentre passava una Svizzera con un vassoio de pezzi de strudel, ie n'hanno fregati la metà e l'hanno guardata brutto!
L'unico che s'è salvato è stato Gioacchino che ripartito prima con il camion,il giorno dopo c'aveva un pranzo di una prima comunione e ha detto che ci avrebbe pensato intensamente. Abbiamo festeggiato il compleanno di Battaglini insieme con un gruppo di amici dell'Emila Romagna venuti al Jamboree in Lambretta! Insomma in quella parte di tavolata piena di bandierine italiane ci siamo fatti sentire e non siamo stati da meno degli inglesi.
Comunque il vino era ottimo e a parte gli scherzi il menù era buono ed è stata una bella festa! E poi il regalo agli Austriaci glie lo abbiamo dato lo stesso!

Siamo venuti
Abbiamo visto
abbiamo bevuto.

Peppe Busti Lambretta Club Perugia.

P.S. La sera del sabato a carte il Presidente L.C. Perugia ha perso n'altra volta e ha detto che in Francia il prossimo anno se gioca a morra!!!

Le bellissime foto del Raduno:

Singolare cartello per indicare che quella era la sede del Jamborre Lambretta! Una Lambretta d appesa a ben oltre 5 metri d'altezza!!!

Il gruppo del Lambretta Club Perugia al completo con le proprie Lambretta. Fra tutte quella di Giuseppe con la bandiera Italiana sventolante posizionata sul portapacchi posteriore.

Un momento del giro turistico svoltosi nel raduno, fra le verdissime montagne austriache.

 

Il gruppo del Lambretta Club Perugia in momento di riposo.

 

 

Una Lambretta D150 accorciata e ristilizzata, oltre che pesantemente elaborata. Alle sue spalle un veicolo di produzione Giapponese, a dire il vero le differenze si sono molto ridotte, fra la veterana Lambretta e quel mezzo attuale.

Questa Lambretta super aereografata era veramente splendida, con le sue cromature luccicanti e la vernice ultra brillante!

Anche questa Serveta era densa di cromature e di bei disegni aerografati sulla carrozzeria, in perfetto stile anni'80.

Non potevano mancare i fantastici Chopper su base Lambretta, proprio in Austria dove vi sono molti cultori di questi particolare veicoli. Questo in particolare aveva una forcella con sistema Stigler come le blasonate Harley-Davidson.

Una Lambretta DL con motore automatico di produzione attuale! Notare il radiatore posizionato esternamente davanti allo scudo. Particolare anche il coperchio del carter motore lucidato, da farlo sembrare più simile a quello originale.

Back Gallery   Home Raduni   Next Gallery

Sito di proprietÓ di Angelo Uda (Piega73)

Ultimo aggiornamento: 15-06-05